Storia

Pochi videogiochi possono vantare di essere rimasti nella cultura comune per decenni, attraversando diverse generazioni. Super Mario è uno, se non l'unico, che ha fatto grandi passi avanti in questo campo.

Super Mario Quasi tutti sul pianeta hanno sentito parlare dell'idraulico italiano in tuta da lavoro che si fa chiamare Mario. Coloro che non hanno mai giocato possono non essere a conoscenza delle sue umili origini, ma in un modo o nell'altro ne hanno sentito parlare.

Nella sua prima apparizione nel videogioco, Mario non era nemmeno il personaggio principale. Soprattutto, non era nemmeno un idraulico e non si chiamava Mario. Fece la sua prima apparizione nel 1981 nel pionieristico gioco arcade chiamato Donkey Kong. Il personaggio si chiamava Jumpman ed era un carpentiere.

Jumpman doveva saltare i barili lanciati da Donkey Kong per salvare la damigella in pericolo che sarebbe, stata poi chiamata Princess. Mario ha fatto molta strada da allora. Negli ultimi tre decenni, è apparso in più di duecento videogiochi ed è stato citato in centinaia di altri titoli.

Negli anni '90, Mario è diventato uno dei personaggi più iconici della storia dei videogiochi. Non solo era riuscito a salvare la damigella in pericolo, ma era anche diventato il volto della stessa Nintendo.

L'inizio di Nintendo

1889 fu l'anno in cui tutto ebbe inizio. Fusajiro Yamauchi fondò una piccola azienda chiamata Nintendo Koppai (🔎 wiki) per produrre carte da gioco giapponesi chiamate "hanafuda". Gli affari andarono alla grande per molti decenni e l'azienda rimase uno dei migliori produttori di hanafuda del mondo.

Tuttavia, quando Hiroshi, il nipote di Yamauchi, prese in mano gli affari nel 1956, cercò dei modi in cui l'azienda potesse diversificare le sue entrate. Investì in molte cose che non sempre portavano profitti, come i "love hotel" che si rivolgevano alle coppie amorose, le confezioni di riso e una compagnia di taxi.

Alla fine trovò una nuova nicchia negli anni '60 e si impadronì del mercato dei giocattoli elettronici. Quando vide il successo della Atari, fece del diventare un grande nel mercato dei videogiochi la propria missione.

Nel 1977, l'azienda introdusse la console Color TV-Game

Veniva precaricata con diverse versioni di un gioco che inizialmente era la versione aziendale di Pong. Il giovane Yamauchi voleva di più e rivolse la sua attenzione ai videogiochi da sala giochi. Nintendo produsse 3.000 armadietti Radar Scope da distribuire negli Stati Uniti. Tuttavia, per sfortuna, i venditori americani di videogiochi pensarono che il gioco fosse troppo simile a Space Invaders.

I bip e i rumori non contribuirono alla generale mancanza di attrattiva del gioco. L'azienda rimase con un sacco di macchine invendute e sembrava che i loro sogni americani fossero stati infranti. La battuta d'arresto ispirò Yamauchi a tornare al tavolo da disegno e chiese all'artista e sviluppatore di prodotti Shigeru Miyamoto di creare un gioco che potesse piacere agli americani. Miyamoto si concentrò innanzitutto sulla storia e, ispirandosi a Popeye, mise in scena un personaggio chiamato Jumpman che doveva salvare la sua ragazza Pauline da un gorilla gigante rapitore di nome Donkey Kong.

Nel 1983, Mario divenne finalmente una star nel suo stesso gioco

A lui e a suo fratello Luigi, ora idraulici di New York, fu dato il compito di sconfiggere diverse creature che stavano sorgendo dalle fogne nel gioco arcade chiamato Mario Bros.

Nintendo e Mario uscirono dalla sala giochi per entrare nei salotti

Questo avvenne con l'uscita del Family Computer in Giappone. Le vendite in Giappone salirono alle stelle e dopo averlo testato per un anno in alcune località statunitensi, il Nintendo Entertainment System entrò finalmente nel mercato americano nel settembre 1986. La console fu lanciata con più di una dozzina di giochi, compreso uno nuovo che sarebbe presto diventato l'idraulico più riconoscibile, Super Mario Bros.

L'evoluzione di Mario

Anche se non siamo in grado di enumerare tutti i giochi nel quale è apparso Mario, ne abbiamo elencati alcuni che hanno segnato importanti pietre miliari.

  1. Donkey Kong (Arcade) - 1981
  2. All'epoca, nessuno pensava che "Jumpman" si sarebbe evoluto dall'essere un personaggio minore al personaggio più popolare dell'intera storia dei videogiochi. Nella sua prima apparizione, la maggior parte del look caratteristico di Mario era quasi completo, compreso il famoso cappello rosso, la tuta e i distinti baffi italiani.

  3. Donkey Kong (Game & Watch) - 1982
  4. Questo gioco portatile segna la seconda apparizione di Mario. Questi giochi avevano uno sfondo fisso che permetteva all'utente di portare Mario dalla parte inferiore dello schermo a quella superiore. È quasi riconoscibile nel gioco, ma c'erano delle limitazioni nel sistema

  5. Mario Bros. (Arcade) - 1983
  6. Questo fu il primo gioco in cui Mario fu protagonista e suo fratello Luigi fu lanciato nello stesso periodo. Ci furono solo piccoli cambiamenti al personaggio di Mario e uno di questi fu il suo naso meno sporgente.

  7. Mario is Missing! (Super NES) - 1992
  8. Come suggerito dal titolo, Mario non si trova da nessuna parte, quindi suo fratello Luigi era il personaggio centrale di questo gioco educativo. Ha una grande somiglianza con la grafica di Super Mario World.

  9. Mario's Tennis (Virtual Boy) - 1995
  10. Questo fu disponibile nei negozi del Nord America per meno di 6 mesi. Era il protagonista di 4 di un totale di 22 giochi rilasciati in tutto il mondo. Il gioco è stato confezionato con il sistema, quindi è stato probabilmente il più riconoscibile per i giocatori.

  11. Mario Kart: Double Dash (Gamecube) - 2003
  12. Questo fu il primo Mario Kart su una console dopo quasi un decennio e aveva molto da offrire. Era certamente un gioco divertente, anche se era meno che perfetto, specialmente in multiplayer. La differenza con questo gioco era che permetteva a due giocatori di salire su un kart, uno lo guidava mentre l'altro si teneva dietro. I giocatori possono passare da un personaggio all'altro in qualsiasi momento.

  13. Mario Kart Wii (Wii) - 2008
  14. Questo è stato il periodo in cui Nintendo ha usato tutte le capacità del Wii quando ha rilasciato Mario Kart per la console. Il gioco veniva fornito con l'accessorio Wii Wheel e permetteva ai giocatori di usarlo come un volante. Il gioco era dotato di funzioni online che permettevano ai giocatori di interagire con persone di tutto il mondo.

  15. Super Mario 3D Land (Nintendo 3DS) - 2011
  16. Questo gioco includeva componenti delle piattaforme 2D e 3D. Aveva anche caratteristiche di altri giochi come la foglia di potere. Ha la particolarità di essere il gioco per console portatili di Mario che ha venduto più velocemente nella storia.

  17. Mario Tennis Open (Nintendo 3DS) - 2012
  18. Questo gioco di tennis di Mario ha ricevuto recensioni contrastanti anche se aveva alcune caratteristiche eccezionali come il supporto multiplayer fino a 4 giocatori su una connessione wireless.

Evoluzione continua

Mario ha fatto molta strada da quando è entrato nella nostra vita attraverso il suo aspetto generale che non è cambiato molto negli ultimi due decenni. Mario si è ramificato in diversi giochi, come quelli sportivi, gli RPG, i party game e altro ancora, ma è ancora prevalentemente riconosciuto per i suoi platform.

C'è un motivo se Mario è il franchise di giochi più venduto nella storia. Anche se non tutti i suoi giochi si sono rivelati dei classici, ha sempre avuto buone recensioni e ha avuto più successi che insuccessi.